Ma resistere alla futura professionalità era già inutile

Ma resistere alla futura professionalità era già inutile

Ma resistere alla futura professionalità era già inutile

Comments Off on Ma resistere alla futura professionalità era già inutile

Ma resistere alla futura professionalità era già inutile. L’uomo che ha accelerato questo processo, mettendo la sua reputazione sul blocco della lotta per la legalizzazione dei pagamenti in contanti per i giocatori di calcio e, in una certa misura, la sua vita, si chiamava William Sadell. È nato a Preston, ha provato a praticare sport, ma si è presto reso conto che non sarebbe mai stato il primo nel cricket, né nel rugby, né nel calcio – non gli era stato dato, ma voleva essere esattamente il primo. E divenne lui. Come manager, amministratore e organizzatore.

Denaro e calcio. William Sadell: “Sì, pago davvero i giocatori!” Foto: Goal.com, independent.co.uk

Sadell lavora come direttore esecutivo di una grande fabbrica tessile e allo stesso tempo ricopre la carica di presidente del club Preston (notiamo che non ha nemmeno trent’anni), che, sotto di lui, diventa puramente calcio, senza alcuna aggiunta di cricket e rugby. Ormai, tutti sapevano già che il calcio era meglio giocato in Scozia al momento – e cosa stava facendo Sadell? Viaggia a Glasgow ed Edimburgo, dove negozia con pepite locali, promettendo, se non montagne dorate, colline dorate.

Sadell costituisce la spina dorsale della squadra scozzese, nominando il discendente dei Nicks Ross come capitano di Preston – Nick aveva sbiadito i denti attraverso i quali sibilava disgustosamente e fischiava durante il gioco, per il quale ha ricevuto il soprannome di “Demone”. Il demone era considerato il miglior difensore dell’Inghilterra di quell’epoca. E uno dei principali marcatori del grande Preston fu suo fratello minore Jimmy, che fu chiamato, di conseguenza, il “demone più giovane”. Il Demone più giovane divenne il secondo nella corsa dei marcatori nella prima stagione della Lega (1888/1889) e fu in testa alla classifica dei marcatori nella seconda (1889/1890). Dicono che in 220 presenze con Preston, ha segnato 250 gol – beh, un puramente demone!
Preston sta distruggendo costantemente i suoi concorrenti, ma loro, ricordando la pratica vincente di lettere anonime, scrivono alle lamentele della Federcalcio sulla squadra di Sadell.

Vito

Related Posts

Team riunito da agenti liberi 2016

Comments Off on Team riunito da agenti liberi 2016

Ceske Budejovice perse, i tribuni semivuoti fischiettavano e Frťala celebrava

Comments Off on Ceske Budejovice perse, i tribuni semivuoti fischiettavano e Frťala celebrava

Sono stati invitati proprio per il gioco del calciare la palla

Comments Off on Sono stati invitati proprio per il gioco del calciare la palla

Otto anni e un giorno dopo che gli italiani avevano un grande

Comments Off on Otto anni e un giorno dopo che gli italiani avevano un grande

Dopo due turni, i brasiliani si sono assicurati una via d’uscita

Comments Off on Dopo due turni, i brasiliani si sono assicurati una via d’uscita

Perché rimandare l’inevitabile per un’altra stagione

Comments Off on Perché rimandare l’inevitabile per un’altra stagione

È diventato impossibile andare in campo

Comments Off on È diventato impossibile andare in campo

Teplice – Jihlava 1: 0, a tre punti dal rigore cambiato, Fillo ha deciso

Comments Off on Teplice – Jihlava 1: 0, a tre punti dal rigore cambiato, Fillo ha deciso

Ci sono tre offerte che non saranno mai dimenticate

Comments Off on Ci sono tre offerte che non saranno mai dimenticate

Chi può brillare sull’euro? Il portiere di Barcellona e il tiratore svedese senza contratto

Comments Off on Chi può brillare sull’euro? Il portiere di Barcellona e il tiratore svedese senza contratto

Igor Borisovich, egli stesso un ex buon portiere “Spartacus”

Comments Off on Igor Borisovich, egli stesso un ex buon portiere “Spartacus”

Tuttavia, in transito attraverso le “Northwood”

Comments Off on Tuttavia, in transito attraverso le “Northwood”

Create Account



Log In Your Account