“La migliore decisione che abbia mai preso”: il vantaggio di essere un arbitro di calcio

“La migliore decisione che abbia mai preso”: il vantaggio di essere un arbitro di calcio

“La migliore decisione che abbia mai preso”: il vantaggio di essere un arbitro di calcio

Comments Off on “La migliore decisione che abbia mai preso”: il vantaggio di essere un arbitro di calcio

Prentice è emigrato a Brisbane quasi tre decenni fa e ancora oggi è arbitro, all’età di 62 anni. È alla sua decima stagione come assessore arbitrale della A-League, il livello più alto del gioco maschile in Australia. Ha quasi imparato a essere filosofico riguardo agli aspetti negativi dell’arbitraggio. “L’abuso degli arbitri a tutti i livelli è in corso dall’inizio della partita”, dice. “Penso che alcune persone vadano ai giochi appositamente per questo scopo. A volte sono i genitori dei giocatori della squadra più giovane a essere i peggiori: li ho visti impazzire, urlare e dimenarsi per terra. Non è solo il nostro sport.In Australia, amano il loro campionato di rugby, ma ha gli stessi problemi. ”

Nonostante i problemi, vuole evitare di dare l’impressione di una diffusa anarchia anti-ref. “Nel complesso, ho visto molto più rispetto che mancanza di rispetto e direi che è vero per la maggior parte di noi. Negli ultimi anni ho avuto la fortuna di tornare nel Regno Unito e anche negli Stati Uniti. Invariabilmente, ruota attorno al calcio e all’arbitraggio, dove di solito è coinvolta una riunione. I ricordi non hanno prezzo. ” Facebook Twitter Pinterest Vikki Allan ha arbitrato una partita sul Monte Kilimanjaro a 4.800 metri sul livello del mare.

Vikki Allan ha ancora vent’anni ma ha già raggiunto il vertice arbitrale – letteralmente.Nel 2017 è stata assistente arbitro in una partita giocata su un cratere poco prima della vetta del Monte Kilimanjaro, la montagna più alta dell’Africa. La partita è stata giocata a 4.800 m sul livello del mare – un record mondiale Fifa – come parte di una campagna, Equal Playing Field, per abbattere le barriere di genere nello sport.

“Ci sono voluti sette giorni per scalare la scala. la montagna, portando tutta l’attrezzatura, compresi i pali della porta ”, ricorda Allan. “Abbiamo usato farina bianca per le linee e le abbiamo segnate sulla cenere vulcanica.A quell’altitudine, si calcola che una partita di calcio di 90 minuti equivalga a sei ore! ” Il pensiero di tutte le ragazze in tutto il mondo a cui non è permesso giocare fuori, figuriamoci giocare a calcio, ha fatto andare avanti Allan, dice.

Crescendo in Scozia, ha dovuto superare i suoi stessi ostacoli per seguire sulle orme di suo padre, Crawford Allan, un arbitro di alto livello, che si è ritirato nel 2017. “Mi è stato detto più e più volte ‘le ragazze non arbitrano’ ma sapevo che era quello che volevo fare e, non appena ho ho compiuto 16 anni, ho iniziato la formazione. ” In pochi mesi ha ottenuto il suo badge SFA. Dieci anni dopo, ha officiato non solo a quelle altezze vertiginose in Tanzania ma anche all’altitudine più bassa, in Giordania, come parte della stessa campagna.In questa stagione, ha corso la linea all’Atlético Madrid nella Women’s Champions League e in una qualificazione a Euro 2021.5.500 miglia per vedere un gol: il club dei tifosi di Hearts abbandonato in Inghilterra Leggi di più

Allan arbitra regolarmente nella Scottish Women’s Premier League ed è anche assistente arbitro nel campionato maschile della Scozia orientale. “Quando ho iniziato, c’erano pochi, se non nessuno, modelli di ruolo, ma è cambiato enormemente, specialmente con la Coppa del Mondo femminile e persone come Kylie Cockburn e Lorraine Watson”, dice Allan. “Voglio continuare a migliorare e andare il più lontano possibile. Arbitrare ti dà molto nella vita reale. Diventi un team leader, prendi decisioni. Mi ha reso più fiducioso come persona.E ho anche fatto amicizia in tutto il mondo. ”

Come fa a far fronte agli abusi da parte della folla? “Lo blocchi per la maggior parte del tempo, ma le persone devono anche ricordare che a volte commettiamo errori. Inoltre, non dobbiamo necessariamente spegnerci non appena lasciamo il terreno. Parlo con mio padre e ripasso le cose dal gioco, discuto i punti. ” Facebook Twitter Pinterest Arbroath v Edinburgh City al Gayfield Park. Fotografia: Colin McPherson / Getty Images

Craig Jardine giocava a calcio del campionato domenicale. Le partite erano dure e lo standard di arbitraggio a volte discutibile. “Una delle cose più divertenti è stata quando abbiamo giocato una partita a Inverleith Park”, ricorda Jardine. “La loro squadra ha effettuato una rimessa in gioco e il nostro portiere è stato così male che è andato dritto.Abbiamo detto: “Non è permesso, non puoi segnare direttamente da una rimessa in gioco”. Ma l’arbitro ha detto: “No, è un gol”. Abbiamo perso uno a zero “.

Un’altra volta, Jardine è stato schiacciato da dietro così male che pensava di essersi rotto una gamba. “Ho pensato, questo è un cartellino rosso – ho finito qui per la partita. Ma non è stato nemmeno considerato un fallo. ” Poi è arrivato un placcaggio finale troppo lontano. “Sono andato zoppicando negli spogliatoi, sono salito in macchina e ho pensato: ‘Gli faccio vedere, diventerò un arbitro!'” Dopo una serie di interviste ed esami, Jardine ha iniziato con le partite under 13. “A quella fascia di età, non sono i ragazzi il problema, sono gli allenatori.Fin dalla stretta di mano prima dell’inizio, avrebbero cercato di prendere il controllo, scoprendoti. ”

Una volta Jardine stava dirigendo una partita under-14 a Musselburgh. “Cinque minuti dopo, un giocatore mi è corso davanti ed è inciampato nel mio piede. L’altro capitano è scoppiato a ridere e ho riso anch’io. Era così divertente, ma il giocatore che è inciampato è caduto infortunato e l’allenatore è arrivato e ha detto, schietto: “Arbitro, hai infortunato il mio giocatore”. Ho detto: “No, è semplicemente caduto”. In quel momento, l’intera dinamica è cambiata. Il problema è che quando succede qualcosa del genere, non puoi fare a meno di apprezzare l’altra squadra! Ma non puoi farlo, devi ovviamente restare imparziale.Abbiamo continuato ed è andato tutto bene. ”

La partita più torrida che Jardine abbia mai arbitrato è stata una semifinale di Coppa di Scozia under 17 su Leith Links tra una grande squadra di Glasgow (preferisce ancora non identificarli) e Leith Athletic. “È iniziato con una folla di forse 100 persone, ma la gente vedeva la divisa dei visitatori e si accalcava per la partita. Alla fine ce ne furono centinaia. Ero da solo ”. Perché qualcuno dovrebbe essere un arbitro della Sunday League? L’amore per il gioco Leggi di più

Leith era il perdente ma, verso la fine, è andato in vantaggio per 3-0. È stato allora che la squadra di Glasgow ha cercato di influenzare il gioco. Mi urlavano contro, venendo in campo. Stavo lottando per controllare le cose. Un giocatore di Leith ha fatto un forte contrasto e stavo per ammonirlo, ma il manager dell’altra squadra è entrato e mi ha urlato contro.Ci furono alcune sfide orrende dopo e scoppiarono i combattimenti. L’allenatore di Leith è intervenuto per aiutarmi a tenere separati i giocatori. L’altra squadra stava cercando di far abbandonare il gioco in modo che venisse rigiocato. Siamo quasi riusciti ad arrivare al fischio finale. E sto solo pensando: ‘Voglio andare a casa. È sabato pomeriggio, sono stanco! “”

Anche quella non era la fine. La squadra di Glasgow si è lamentata con la SFA, dicendo che l’allenatore di Leith aveva aggredito uno dei suoi giocatori. Jardine ha ricevuto una chiamata dall’SFA. “Hanno detto: ‘Dicci cosa è successo, o dovremo rigiocare o mettere Leith fuori dalla competizione’. Ho detto loro la verità: che il manager di Leith stava bene e rispettoso. Mi ha appena aiutato con la situazione. Se devi rigiocare, lascio la confraternita arbitrale.Hanno preso la mia parola, il che è stato fantastico. ” Facebook Twitter Pinterest Glan Conwy contro Llanrwst United in Galles. Fotografia: Matthew Ashton / Getty Images

Derek Hall ha iniziato ad arbitrare alla fine degli anni ’70 e ha allenato altri arbitri per circa 30 anni. “Quando ho iniziato, hai ricevuto il tuo badge o diploma e sei stato messo direttamente da solo nel calcio dei parchi pubblici”, dice. “Ricorda, per la maggior parte dei giochi all’inizio della tua carriera, sei da solo, nessuno sta seguendo le linee. È un’enorme prova di carattere e scopri cose su te stesso.

“In questi giorni è arrivato a passi da gigante in termini di supporto. Ma un arbitro può ancora iniziare all’età di soli 16 anni e una piccola minoranza di genitori sulla linea di confine può essere un problema.O giocatori molto più anziani che non prendono di buon grado scoprire che non sono loro a comandare. Ma la stragrande maggioranza dei club si rende conto che non avrebbe la partita senza un arbitro, quindi tende a essere di supporto. ”

” Si tratta di bilanciare le aspettative con la realtà. Alcuni genitori potrebbero aspettarsi che Pierluigi Collina si presenti e ref il loro figlio o figlia. Non ti aspetti che ogni centrocampista abbia quel passaggio brillantemente creativo, o che ogni attaccante e difensore eccella sempre. E se i giocatori hanno bisogno di tempo per svilupparsi, anche i giovani arbitri ne hanno bisogno. Faranno degli errori.

“Quando ero nell’allenatore, un messaggio chiave era sempre: se è successo qualcosa in campo di cui non sei contento, che si tratti di un tuo errore o qualcosa del genere altrimenti, non sederti sopra e preoccuparti.Cerchiamo sempre di essere il più positivi possibile e facili da contattare. La mancata fornitura di questo tipo di supporto è probabilmente uno dei motivi per cui potresti perdere un giovane referente. E la fidelizzazione rimarrà probabilmente una delle cose più difficili, con così tante attrazioni in competizione. Può essere molto intimidatorio per un giovane arbitro. I giovani arbitri, di età compresa tra 16 e 17 anni, sono classificati come adulti vulnerabili. In quanto tali, viene offerta loro una maggiore protezione dalla legge, proprio come ai giovani giocatori della stessa età viene offerta la stessa protezione dagli abusi.

“Inoltre, se ciò che viene dai margini, in particolare dai genitori, è per raggiungerti e influenzare la tua fiducia e le tue prestazioni, a un’interruzione del gioco, dovresti rivolgerti ai dirigenti del club. Mai e poi mai avvicinarsi a uno spettatore.Passi attraverso i funzionari del club e dici: “Quel signore o la signora sta sostenendo il tuo club e quello che dicono è totalmente inaccettabile.” Il club deve occuparsene, anche in un parco pubblico “. E se mio figlio non vuole per sostenere la mia squadra di calcio? Per saperne di più

Per fortuna, gli attacchi fisici sono molto rari, dice Hall. “Non sono mai stato aggredito e questo vale anche per la stragrande maggioranza degli arbitri. Ma quando accade, ottiene una copertura sproporzionata e questo a volte non aiuta. Se dovesse succedere qualcosa a uno dei nostri arbitri, direi sempre di coinvolgere la polizia.Non importa se il colpevole è giovane o vecchio. ” Ma perché sono così pochi i giocatori espulsi per linguaggio intimidatorio? “Gli arbitri riguardano solo i fatti e, a meno che tu non stia guardando direttamente un giocatore, potresti non avere idea di chi l’abbia fatto.”

L’abbigliamento del nero di Hall è avvenuto in modo simile al suo amico di Prentice. “Ero un portiere particolarmente povero ma volevo davvero mettermi in gioco. O era un fisioterapista o un amministratore, oppure vai al parco. Può portarti ovunque. Ho arbitrato in un torneo in Cina alcuni mesi fa. Uno dei miei amici ha avuto la fortuna di essere in linea quando il Barça ha visitato Hearts and Hibs. Giocavano Messi ed Eto’o. Incredibile. E tutto per aver risposto anni prima a un annuncio sull’Edinburgh Evening News “.

Adam5811

Related Posts

Quote calcio Eurobet

Comments Off on Quote calcio Eurobet

Arsenal’s Arsène Wenger: Tomas Rosicky è stato devastato dalla sconfitta per infortunio

Comments Off on Arsenal’s Arsène Wenger: Tomas Rosicky è stato devastato dalla sconfitta per infortunio

Finestra di trasferimento della Premier League gennaio 2016: verdetti club-per-club

Comments Off on Finestra di trasferimento della Premier League gennaio 2016: verdetti club-per-club

Greg Clarke ha ratificato come presidente della FA in successione a Greg Dyke

Comments Off on Greg Clarke ha ratificato come presidente della FA in successione a Greg Dyke

Sarto che celebra la avittoria. Il Bergamo ha segnato sette gol Udine, il Napoli ha perso

Comments Off on Sarto che celebra la avittoria. Il Bergamo ha segnato sette gol Udine, il Napoli ha perso

Single Red League Man. Jag är inte stolt över det, säger Buchta

Comments Off on Single Red League Man. Jag är inte stolt över det, säger Buchta

Incontra i Clealls: i gemelli saraceni creano una partnership vincente

Comments Off on Incontra i Clealls: i gemelli saraceni creano una partnership vincente

L’autogol di Shay Given dà la vittoria dominante dell’Everton su Stoke

Comments Off on L’autogol di Shay Given dà la vittoria dominante dell’Everton su Stoke

Fine degli stereotipi! Olomouc vuole scrivere una scusa a Ostrava

Comments Off on Fine degli stereotipi! Olomouc vuole scrivere una scusa a Ostrava

Quattro medaglie ceche: Pera è oro, Hejnová, Staněk e Sasínek

Comments Off on Quattro medaglie ceche: Pera è oro, Hejnová, Staněk e Sasínek

Ti farà, lodando il ciclista Kanibal di un amico ceco dal cancello

Comments Off on Ti farà, lodando il ciclista Kanibal di un amico ceco dal cancello

A Celtic Moussa Dembélé későn hagyja, hogy legyőzze a Rangers-t az Old Firm fesztiválon

Comments Off on A Celtic Moussa Dembélé későn hagyja, hogy legyőzze a Rangers-t az Old Firm fesztiválon

Create Account



Log In Your Account