La debacle del Bayern lascia il Tottenham in fuga dall’insicurezza

La debacle del Bayern lascia il Tottenham in fuga dall’insicurezza

La debacle del Bayern lascia il Tottenham in fuga dall’insicurezza

Comments Off on La debacle del Bayern lascia il Tottenham in fuga dall’insicurezza

Martedì sera contro il Bayern Monaco, gli Spurs sono tornati a correre urlando nel vicolo dell’insicurezza. La loro capitolazione nel secondo tempo di una sconfitta per 7-2 in Champions League sul loro campo è stata scioccante, eppure il catalizzatore era familiare e, come tale, profondamente preoccupante. Gli Spurs avevano più che resistito nel primo tempo e, sull’1-1, potevano legittimamente affermare di essere stati la squadra migliore.

Poi Robert Lewandowski ha centrato su palla vagante al 45 ‘, ha preso un tocco, girato e rigato in basso oltre Hugo Lloris, il che significa che gli Spurs sono partiti per l’intervallo con un senso di rimpianto, di deflazione. Non potevano superarlo. Lo slancio che avevano era andato e sarebbero stati trascinati verso il basso.

La stessa cosa era successa due volte a settembre, prima all’Arsenal e poi all’Olympiakos.Nel primo, gli Spurs hanno portato 2-0 solo per subire un gol ad Alexandre Lacazette al 45 ‘, il che ha fatto precipitare una scivolata nel secondo tempo sul 2-2, un risultato che avrebbe potuto facilmente essere una sconfitta. All’Olympiakos, hanno anche portato 2-0 e subito prima dell’intervallo – a Daniel Podence al 44 ‘. Ancora una volta, sono stati fissati di nuovo sul 2-2 nella seconda metà. Forse, dopo tutto quello che ha fatto, Pochettino si sente intoccabile, capace di dire la sua senza timore di rappresaglie

Si dice spesso che i momenti prima dell’intervallo siano il momento peggiore per concedere e c’è un elemento dell’adagio che diventa una profezia che si autoavvera.Mauricio Pochettino e alcuni dei giocatori degli Spurs hanno menzionato specificamente il tempismo di questi gol e come si sono sentiti come tali colpi fisici, come se spiegassero parzialmente cosa è successo dopo.

Quello che hanno fatto è brillare una luce sull’attuale vulnerabilità di questa squadra, sulla sua insicurezza, ed è stato difficile non ricollegarla al clima in rosa che, per stessa ammissione di Pochettino, è stato colorato da agende egoistiche fino alla chiusura della finestra di mercato europea il 2 Settembre. Pochettino ha sottolineato la scorsa settimana che la giusta dinamica richiede tempo per recuperare; non accade dall’oggi al domani.Tornerà mai per questo gruppo? Riproduci video 1:26 Vergogna, imbarazzo, dolore: reazione del Tottenham alla sconfitta per 7-2 contro il Bayern Monaco – video

Come tutti sanno, Pochettino è ossessionato dal flusso regolare di L’energia positiva e la solidarietà della squadra sono stati un fattore importante nella corsa alla finale di Champions League della scorsa stagione. Il rovescio della medaglia è evidente quando taglia dall’altra parte. Porta a imprevedibilità, incoerenza e questo ha tormentato gli Spurs negli ultimi tempi. Hanno giocato il loro miglior calcio della stagione nella prima mezz’ora contro il Bayern e tuttavia avrebbero concesso sette gol in una partita in casa per la prima volta in 137 anni di storia del club.

Pochettino aveva chiamato per un ritorno del pressing ad alto ritmo che ha caratterizzato gran parte del suo mandato ed è stato presente nel primo tempo. È stato bello.Ma gli Spurs non sono stati in grado di mantenere la stessa intensità per 90 minuti per tutta la stagione e, quando sono calati, la marea è cambiata bruscamente. Sembravano fisicamente ed emotivamente sconvolti negli ultimi minuti, quando il Bayern ha segnato tre gol bonus per trasformare la sconfitta in un’umiliazione.

Perché gli Spurs hanno perso la capacità di pressare per l’intera partita? Pochettino direbbe che si tratta di affrontare un calendario spietato con essenzialmente lo stesso gruppo di giocatori. Dei tre acquisti estivi, solo Tanguy Ndombele è stato titolare.

Pochettino si è lamentato dell’impatto dei suoi commenti sugli “ordini del giorno”, ritenendo che la parola abbia una forza più drammatica in inglese rispetto al suo spagnolo nativo.Ma sembrava comunque accurato visto come almeno sei della squadra volevano trasferimenti durante l’estate o erano e rimangono in situazioni di stallo contrattuale.

Quattro di loro hanno costituito la difesa contro il Bayern. Serge Aurier ha dichiarato di aver “deciso di andarsene” solo perché non accadesse. Danny Rose è stato escluso dal tour in Asia per poter trovare un nuovo club. Niente si è materializzato. Toby Alderweireld e Jan Vertonghen sono negli ultimi anni dei loro contratti e la questione non è tanto se questi giocatori mantengano la motivazione per esibirsi ai massimi livelli, ma se Pochettino continui a fidarsi di loro al 100%. Facebook Twitter Pinterest Serge Gnabry festeggia dopo aver segnato il terzo gol del Bayern contro il Tottenham.Fotografia: Paul Childs / Action Images via Reuters

Alla fine, Pochettino è pagato per gestire la squadra e, a volte, si è sentito come se avesse gettato benzina sul fuoco con la sua onestà riguardo al difficoltà di varie situazioni. In un certo senso, questo è il classico Pochettino. Gli piace citare i problemi in modo che possano essere superati, coinvolgendo tutti nel processo. La scorsa stagione, ad esempio, ha giocato molto bene con l’affitto indesiderato di Wembley e la mancanza di nuovi acquisti. Questa volta, però, i suoi obiettivi sono stati più interni – in altre parole, i giocatori – e di conseguenza è stato più rischioso; potenzialmente più divisivo.

Forse, dopo tutto quello che ha fatto per il club, Pochettino si sente intoccabile, in grado di dire la sua senza il timore di rappresaglie da parte di Daniel Levy, il presidente.Ma non commettere errori, i due si sono scontrati sulle dichiarazioni di Pochettino, che hanno incluso la battuta del manager sul fatto di essere pronti a partire se la squadra avesse vinto la finale di Champions League.

Pochettino può sembrare un manovratore spudorato ma per ora, l’urgenza è di avviare una ripresa della forma. La squadra ha vinto solo nove volte nelle ultime 28 partite in tutte le competizioni. La missione riprende sabato a Brighton.

Vito

Related Posts

Chris Ashton: ‘Andare a passare l’anno in Francia mi ha davvero aiutato’

Comments Off on Chris Ashton: ‘Andare a passare l’anno in Francia mi ha davvero aiutato’

Le donne competono per la prima volta nella competizione delle grandi ondate della World Surf League

Comments Off on Le donne competono per la prima volta nella competizione delle grandi ondate della World Surf League

Finestra di trasferimento della Premier League gennaio 2016: verdetti club-per-club

Comments Off on Finestra di trasferimento della Premier League gennaio 2016: verdetti club-per-club

I giocatori di tennis hanno tre semifinali e una medaglia. Il mix continua senza combattere

Comments Off on I giocatori di tennis hanno tre semifinali e una medaglia. Il mix continua senza combattere

Fine degli stereotipi! Olomouc vuole scrivere una scusa a Ostrava

Comments Off on Fine degli stereotipi! Olomouc vuole scrivere una scusa a Ostrava

Jake Livermore fa andare Hull mentre il secondo blitz vede fuori Burnley

Comments Off on Jake Livermore fa andare Hull mentre il secondo blitz vede fuori Burnley

I formatori litigano. D’ora in poi, diremo, ha detto Moták. A cosa stai giocando? Rispose Petr

Comments Off on I formatori litigano. D’ora in poi, diremo, ha detto Moták. A cosa stai giocando? Rispose Petr

Riepilogo europeo: Sancho segna a Dortmund vince con il Real dato un dubbio rigore

Comments Off on Riepilogo europeo: Sancho segna a Dortmund vince con il Real dato un dubbio rigore

Serena Williams dovrebbe essere seminato a Wimbledon per il bene del gioco

Comments Off on Serena Williams dovrebbe essere seminato a Wimbledon per il bene del gioco

Il mio allenamento: Tyler Saunders, 33 anni, giocatore di basket su sedia a rotelle: “Scatto, sono felice”

Comments Off on Il mio allenamento: Tyler Saunders, 33 anni, giocatore di basket su sedia a rotelle: “Scatto, sono felice”

Football League: il Norwich vince un thriller, l’Oldham di Paul Scholes perde ancora

Comments Off on Football League: il Norwich vince un thriller, l’Oldham di Paul Scholes perde ancora

“La migliore decisione che abbia mai preso”: il vantaggio di essere un arbitro di calcio

Comments Off on “La migliore decisione che abbia mai preso”: il vantaggio di essere un arbitro di calcio

Create Account



Log In Your Account