Gli appassionati fan del Perù fanno un’impressione più grande della loro squadra

Gli appassionati fan del Perù fanno un’impressione più grande della loro squadra

Gli appassionati fan del Perù fanno un’impressione più grande della loro squadra

Comments Off on Gli appassionati fan del Perù fanno un’impressione più grande della loro squadra

Erano i fan sfegatati della Coppa del Mondo 2018. Ci aspettavamo il potente argentino e i colombiani in ascesa.Ci aspettavamo che gli islandesi, che avevano inviato una stima del 12% della loro popolazione in Francia nel 2016.

Ma nessuno ha visto l’ondata di peruviani arrivare fino allo schianto in Russia, un’invasione di 36 anni che sembrava ingannare ogni seconda persona a Mosca in un’uniforme macchiata di rosso urlando “Vamos Perù!” La Francia sigilla l’ultimo punto 16 mentre Kylian Mbappé guadagna la vittoria sul Perù Leggi di più

Quando tutto è crollato giovedì in un’aspra sconfitta per 1-0 contro la Francia, è stato un addio emotivo che ha lasciato alcuni irriducibili chiedendosi se il supporto fosse così grande da poter innervosire la propria parte.

“Alcune persone hanno venduto le loro case per essere qui amico “, Ha detto Eduardo, originario di Lima, che vive a Londra. “Anche tu saresti nervoso.”

Il fatto che la sconfitta del Perù sembrasse inevitabile non lo rendeva meno doloroso per i fedeli.Quando il fischio finale è scoppiato qui, sei uomini abbinati a cerniere Perù e pantaloni sportivi Adidas hanno iniziato a singhiozzare nella tromba delle scale, cadendo l’uno sull’altro in sciatti abbracci di consolazione. Un uomo gettò la sua birra da quattro piani in su e tirò fuori le oscenità mentre scendeva dai sedili. Un padre si asciugò le lacrime dalle guance di sua figlia, imbrattando il viso bianco e rosso che aveva applicato prima della partita.

“Mi ha appena detto che non saremmo dovuti venire”, ha detto Rafael Jiménez annuendo alle sue la figlia María, che si voltò timidamente, infilando la testa nella gamba dei pantaloni di suo padre. “E ho detto che questa è storia, potresti non vederla mai più, quindi dovevamo essere qui.A volte il calcio è così “, ha sospirato.

Era il freddo, alcuni hanno detto, brividi sotto una leggera pioviggine in questa città degli Urali, la più a est del torneo e una delle più difficili da raggiungere trasporto. Coppa del mondo: iscriviti e ricevi la nostra e-mail quotidiana di calcio.

Migliaia di posti sono stati lasciati vuoti quando la Francia ha affrontato l’Australia la scorsa settimana, ma i peruviani non hanno avuto problemi a riempire lo stadio. Un muro rosso riempiva i posti temporanei che siedono fuori dall’arena Ekaterinburg e il canto dell’inno nazionale peruviano era un momento degno di formicolio.

I peruviani non avevano una danza o una canzone orecchiabile come Cielito Lindo del Messico.Erano semplicemente legioni, viaggiando come intere famiglie che a volte attraversavano due continenti, con vecchi che parlavano in spagnolo a nipoti che parlavano un inglese senza accento.

“Mi ubriacherò così tanto e berrò i miei dispiaceri “Disse un giovane che portava una pila di bicchieri di plastica dallo stadio. Suo nonno ha riso e gli ha dato una pacca sulla spalla.

C’erano molte possibilità che questo finisse diversamente. Christian Cueva potrebbe non aver mancato quella penalità contro la Danimarca, portando a un pareggio o forse a vincere. Incrocio dopo incrocio potrebbe essere stato convertito, passaggi fatti in modo un po ‘più preciso.

“Non avevamo quello che avevano le altre squadre: fortuna”, ha detto un uomo che ha dato il suo nome a Daniel. Quindi avvolse le braccia attorno alla schiena di un giornalista e lo strinse.

Vito

Create Account



Log In Your Account